ECCO COSA VEDERE A MONTALBANO ELICONA

Decretato il Borgo più bello d’Italia 2015, andiamo alla scoperta di Montalbano Elicona, piccolo comune in provincia di Messina, che svetta a quota 920 metri d’altezza, incatonato tra le alture dei Nebrodi sul versante occidentale, la Riserva Naturale del Bosco di Malabotta (famoso per il sito megalitico del Argimusco) a sud e il Mar Tirreno a nord.

A dominare il piccolo centro di Montalbano Elicona, che conta non oltre i 3 mila abitanti, è il castello medievale del periodo svevo-aragonese, dimora estiva di Federico II d’Aragona, Re di Sicilia dal 1296. Tutto intorno si sviluppo il borgo medievale, che si compone di due diversi nuclei urbani di periodi storici differenti, uniti tra loro da Piazza Umberto I.

Le origini del Castello risalirebbero a Federico II di Svevia, che ne decise la sua edificazione in un luogo che aveva già ospitato costruzioni d’origine arabe e bizantine. Abbattuto completamente nel 1233 da moti popolari, venne quindi edificato con le caratteristiche ammirabili oggi tra il 1302 e il 1311 da Federico II d’Aragona. Il Castello di Montalbano Elicona può vantare il fatto di essere l’unico esempio rimasto in Sicilia di palazzo residenziale del Trecento.

Del Castello, l’elemento di maggior rilievo è senza dubbio la Cappella Reale, mentre ancora in buone condizioni si presentano gli ambienti una volta destinati a magazzini e alloggi.

Il Castello di Montalbano Elicona si raggiunge percorrendo via Federico II, che parte dalla piazza centrale Umberto I.

Vicino al Castello inoltre, è presente la Chiesa di Santa Caterina, all’interna della quale è possibile osservare una statua in marmo di pregevole fattezze ritraente la Santa.

Continuando a salire oltre il Castello, si giunge alla Chiesa Madre di Montalbano Elicona, completata nel XVII secolo. La Chiesa, che presenta una struttura a croce latina e a tre navate, è dedicata a San Nicola di Bari, del quale è presente una raffigurazione marmorea attribuita al Gagini.

COME ARRIVARE A MONTALBANO ELICONA

Per chi proviene da Messina, Montalbano Elicona è raggiungibile in poco più di 1 ora. Il borgo si raggiunge tramite l’Autostrada A20, Messina-Palermo, fino all’uscita per Falcone. Da qui si prosegue in direzione Belvedere e imboccare la Strada Provinciale 112. Dopo aver percorso circa 1,5 km, proseguire sulla Strada Provinciale 110 per circa 5 km, fino ad arrivare a Montalbano Elicona.

Per chi proviene da Palermo, il tragitto è il medesimo, dalla uscita di Falcone in poi. La stima sui tempo di percorrenza è di circa 2h e 20 minuti.

Per chi proviene da Catania, il tragitto è stimato in 1h e 50 minuti. Si imbocca l’autostrada A18, Catania-Messina, fino all’uscita per Fiumefreddo. Da qui si prosegue sulla Strada Statale 120 per circa 20 kilometri.

Quindi si continua su Strada Provinciale SP7III. Dopo circa 4 kilometri, si compie un breve tratto su Strada Provinciale 1 e quindi si ci immette su Strada Provinciale 2. Da qui si continua per circa 17 kilometri, fino al raggiungimento della Strada Provinciale SP 110 che condurrà dopo circa 11 kilometri a Montalbano Elicona.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.